HOME     PROGRAMMA     REGOLAMENTO     ISCRIZIONI     PERCORSO     GALLERIA

 

VESPA CLUB TREVISO                                                                                                                              500km delle DOLOMITI

       email: info@vespaclub.tv                                                                                                                         email: info@500kmdelledolomiti.it

Copyright © 2013/2014 - Tutti i diritti riservati - 500kmdelleDOLOMITI

EVENTO DEL VESPA CLUB TREVISO PATROCINATO DA:


REGIONE VENETO                              PROVINCIA DI BELLUNO                                COMUNE DI SAPPADA                              COMUNE DI AURONZO                              COMUNE DI S. STEFANO    

REGOLAMENTO

Versione 4.2 del 20/02/2016 – Nulla Osta MOTO ASI n. 05/2016


1. DESCRIZIONE
La 500km delle DOLOMITI è una manifestazione Vespistica a carattere turistico con prove di abilità regolaristica su strade aperte al traffico su un percorso a media imposta, che si propone di porre in risalto l’abilità di guida, la resistenza del mezzo e la regolarità di marcia, su strade aperte al traffico, osservando le regole del C.d.S., che abbraccerà i luoghi più spettacolari delle Dolomiti ed è riservata ai tesserati MOTO ASI in possesso di tessera di tipo B1.

2. CARATTERISTICHE

La lunghezza del percorso è fissata in circa 500 km con partenza sabato 18 giugno 2016 alle ore 6:00 in località Sappada (BL) con arrivo sempre a Sappada alle ore 22:00 con sosta intermedia di un’ora per la neutralizzazione dei tempi.

La manifestazione prevede 4 controlli orari (CO) al centesimo di secondo, 3 controlli di transito (CT) e 3 controlli orari di media (CM).

E' prevista una tappa con sosta per ristoro e riposo, con neutralizzazione tempi di 1 ora presso CO a Misurina di Auronzo di Cadore (BL) in località Rifugio Auronzo.

Le prove di abilità (CO) consistono nel percorrere un determinato tragitto in un tempo assegnato su aree chiuse al traffico.

Al concorrente verranno assegnati, per ogni prova cronometrata, il tempo di passaggio sulle fotocellule.

Le penalità verranno calcolate sul tempo passaggio sulle fotocellule.

3. CONTROLLI ORARIO (CO)

Per Controllo Orario (CO) si intende un controllo in un punto di passaggio obbligato dove i partecipanti, al passaggio sulla fotocellula, sono sottoposti al controllo al centesimo di secondo sul tempo a loro assegnato allo scopo di verificare l’effettivo rispetto della media imposta al di sotto di 35 km/h in linea con lo spirito turistico della manifestazione.

La tabella di marcia di ogni partecipante riporta chiaramente e precisamente l’orario di passaggio.

Le differenze in più o in meno rispetto al previsto orario di passaggio comporteranno penalità nella classifica finale.

Altresì per la mancata presentazione al CO rispetto all’orario stabilito verranno conteggiate delle penalità in classifica.

Il concorrente che subisca questo aggravio di classifica può comunque continuare la manifestazione, ma deve farsi vistare il passaggio in zona prova dal giudice presente, pena la squalifica.

In corrispondenza dell’inizio della zona “No stop” di ogni CO è rilevabile l’ora ufficiale della manifestazione.

4. CONTROLLO DI TRANSITO (CT)

Si intende un controllo in un punto obbligato lungo il percorso allo scopo di verificare l’effettivo passaggio dei partecipanti.

Sarà allestita una postazione visibile dove il concorrente si fermerà per far apporre un timbro sulla tabella di marcia.

Il mancato passaggio o la mancata timbratura della tabella di marcia comporterà l’applicazione di penalità nella classifica finale.

5. PROVA DI ABILITA’ (PS)

Per prova di abilità (PS) si intende un percorso delimitato da birilli ed ostacoli di varia natura, allestito in area chiusa al traffico.

Il singolo partecipante dovrà percorrerlo senza abbattere alcun birillo e senza mettere il piede a terra.

6. CONTROLLI ORARIO DI MEDIA (CM)

Per Controllo Orario di Media (CM) si intende un controllo in un punto di passaggio obbligato dove i partecipanti, al passaggio sulla fotocellula, sono sottoposti al controllo al secondo sul tempo a loro assegnato. La tabella di marcia di ogni partecipante riporta chiaramente e precisamente l’orario di passaggio. Lo scarto di +/- 5 secondi dall’orario ideale di passaggio non produrrà nessuna penalità.

Le differenze in più o in meno rispetto al previsto orario di passaggio comporteranno penalità nella classifica finale. Altresì per la mancata presentazione al CM rispetto all’orario stabilito verranno conteggiate delle penalità in classifica.

Il concorrente che subisca questo aggravio di classifica può comunque continuare la manifestazione, ma deve farsi vistare il passaggio in zona prova dal giudice presente, pena la squalifica.

In corrispondenza del CM non c’è la zona “No stop” e non sarà presente e rilevabile l’ora ufficiale della manifestazione.

7. PARTECIPANTI E VEICOLI

La manifestazione è aperta, solo ed esclusivamente, a tutti i tipi di Vespa con cambio manuale e sono pertanto esclusi i modelli con cambio automatico e non sono ammessi passeggeri.

Le Vespa sono divise secondo le seguenti categorie:

Gruppo "A" = sono tutti i mezzi costruiti con le ruote da 8”

Gruppo "B" = sono tutti i mezzi costruiti con le ruote da 10”

I modelli Vespa con ruote inferiori a 10” ma superiori a 8” entrano nella categoria ruote da 10”.

Nonostante la distinzione delle categorie, verrà stilata un'unica classifica assoluta comprendente tutti i mezzi.

Per la Crono Sappada, essendo manifestazione appartenente al “Campionato Italiano Rievocazioni Storiche”, le categorie dei mezzi, ai fini della classifica finale, saranno suddivise secondo quanto previsto dal Regolamento Nazionale che prevede:

STORICO - Vespe costruite dal 1946 al 1956.

GS -  Vespa modelli GS 150 e 160.

VINTAGE - Vespe costruite dal 1957 in poi, inclusi tutti i modelli GS, come da Regolamento del Registro Storico Vespa.

EXPERT - Conduttori esperti (vedi allegato 1 Regolamento Campionato Italiano Rievocazioni Storiche) con Vespe costruite dal 1946 in poi come da Regolamento del Registro Storico Vespa.

SQUADRE - Squadre di Vespa Club composte da tre conduttori, solo uno dei quali può essere della categoria Expert.

Per la Crono Sappada, essendo manifestazione appartenente anche al “Campionato Triveneto di Regolarità”, e riservato esclusivamente ai Vespa Club Veneti con le categorie dei mezzi, ai fini della classifica finale, suddivise secondo quanto previsto dal Regolamento Nazionale che prevede:

ASSOLUTA

PROMO

SQUADRE

Nel caso si rendesse necessaria la sostituzione della Vespa rispetto al modello riportato sul modulo di iscrizione, si fa presente che, sarà ammesso il cambio del mezzo solo all'interno della stessa categoria.

L’ammissione alla manifestazione è subordinata alle seguenti prescrizioni:
il veicolo deve essere in regola con il CdS.;
il veicolo deve essere coperto da assicurazione RC;
il veicolo deve essere in regola con la revisione;

il veicolo deve essere provvisto di regolari documenti;

il veicolo deve essere in condizioni di efficienza ottimale;

il partecipante deve essere in possesso di tessera B1 come richiesto dalla copertura assicurativa della manifestazione rilasciata da MOTO ASI;

il partecipante deve essere in ottime condizioni fisiche.

La partecipazione è aperta, per motivi assicurativi relativi alla copertura infortuni dei partecipanti e per la Responsabilità Civile contro Terzi dell'Organizzazione, solamente ai piloti maggiorenni iscritti ad un Vespa Club affiliato al Vespa Club d'Italia o ad un Vespa Club Europeo o ad una Associazione Vespistica.

Il partecipante dovrà avere la patente o qualsiasi altro documento richiesto dal C.d.S. idoneo alla guida del veicolo in corso di validità e dovrà dichiarare sotto la propria esclusiva responsabilità di godere di buona salute e di non essere sotto l’effetto di stupefacenti e/o alcool.

E’ obbligatorio l’uso del casco omologato secondo le normative vigenti.
Non saranno concesse deroghe in violazione agli articoli del regolamento.
La mancanza dei requisiti darà luogo all'esclusione alla partecipazione.

8. ASPETTI LEGALI
Dato il valore turistico/amatoriale della manifestazione, ogni partecipante al momento dell’iscrizione, dichiara di aver preso conoscenza e di accettare il regolamento della manifestazione, impegnandosi a rispettarne scrupolosamente le prescrizioni.

Il partecipante dichiara inoltre di manlevare il Vespa Club Treviso e tutte le associazioni coinvolte, senza eccezioni, i Direttori di prova, Giudici, enti proprietari e gestori delle strade percorse, tutti gli addetti all’assistenza e controllo, da ogni e qualsiasi responsabilità per danni ed inconvenienti che a lui derivassero o derivassero a terzi o a cose di terzi, per effetto della sua partecipazione, prima, durante e dopo la manifestazione, rinunciando a priori, sia da parte sua che dagli aventi diritto, a qualsiasi rivalsa ed a ogni ricorso a Enti ed Autorità non considerate nel presente articolo di regolamento.

9. ASPETTI TECNICI

E' obbligatorio abbigliamento tecnico e protettivo adeguato al tipo di manifestazione atto a salvaguardare la propria incolumità e sarà obbligo indossare una casacca motociclistica ad alta visibilità che non sarà fornita dall'organizzazione.

I rifornimenti di carburante saranno liberi su tutto il percorso e nella documentazione assegnata ad ogni partecipante saranno segnalati alcuni punti di rifornimento senza comunque nessun obbligo di sosta.

Sono consentite taniche per il trasporto benzina, in regola col C.d.S e sono ammessi contenitori per olio uso miscela e tutto quanto possa servire per piccole riparazioni.

Il percorso è aperto al normale traffico veicolare e dovrà essere rispettato rigorosamente il Codice della Strada e l’Organizzazione provvederà a consegnare ad ogni singolo partecipante una carta geografica stradale dettagliata con indicazione del percorso e una tabella di marcia per i controlli timbro.

Il road book con le indicazioni più rilevanti del percorso verrà pubblicato su www.500kmdelledolomiti.it e potrà essere scaricato dai piloti iscritti.

10. TESSERA MOTO ASI “B1”

In considerazione della tipologia della manifestazione, caratterizzata da lunga percorrenza chilometrica, da lunga permanenza in sella al veicolo e dallo sforzo fisico necessario a sostenerla, l’ente assicuratore (MOTO ASI) richiede ai partecipanti il possesso di tessera contraddistinta dalla sigla B1.

Il Comitato Organizzatore non si farà carico del tesseramento dei partecipanti, ma lascia tale incombenza in capo al Vespa Club di appartenenza, il quale dovrà farsene carico per tutti i propri partecipanti.

Solo in casi eccezionali il Comitato Organizzatore potrà farsi carico del tesseramento dei partecipanti con oneri e costi a carico degli stessi.

Il numero di tessera MOTO ASI-B1 dovrà poi essere comunicato al Comitato Organizzatore almeno entro il 31 maggio 2016. Il Comitato Organizzatore si farà comunque carico di verificare con MOTO ASI la correttezza dei dati forniti.

Si precisa sin d’ora che il mancato tesseramento MOTO ASI-B1 comporta impossibilità di partecipare alla manifestazione e pertanto potranno partecipare alla manifestazione solamente coloro che sono in regola con il tesseramento MOTO ASI-B1.

Firmando la richiesta di adesione, il partecipante dichiara, sotto la propria responsabilità, di godere di buona salute, di non essere sotto l’effetto di stupefacenti e/o alcool e di essere informato sulle difficoltà dovute alla partecipazione, sia per la durata in termini di lunghezza delle singole tappe e della manifestazione in generale che per lo sforzo fisico richiesto.

11. NUMERO DEI PARTECIPANTI

Il numero dei partecipanti è limitato alle prime 200 iscrizioni che seguiranno l’ordine temporale di arrivo e farà fede l’orario di ricezione (fax o mail) della documentazione necessaria debitamente compilata in ogni sua parte comprensiva della contabile del bonifico bancario che attesta l’avvenuto versamento.

Eventuali altre iscrizioni saranno valutate a discrezione del Comitato Organizzatore.

12. PERCORSO 500km delle DOLOMITI

Il percorso è suddiviso in 2 tappe:

1^ tappa: Sappada > Tre Cime di Lavaredo (circa km 220)

2^ tappa: Tre Cime di Lavaredo > Sappada (circa km 280)

E’ prevista presso il Rifugio Auronzo una sosta di un’ora con neutralizzazione tempi e ristoro dei piloti.

Questa una breve sintesi del percorso, molto significativo per gli aspetti storici, turistici e paesaggistici.

• Partenza in data 18/06/2016 da Sappada in direzione est verso la Carnia fino ad Ovaro ed affrontando il Monte Zoncolan fino a Paluzza e in direzione Passo Monte Croce Carnico. Sconfinamento in Austria e lungo Strada 111 attraversando Maria Luggau fino a Panzendorf e rientrando in Italia fino a San Candido. Da qui per il passo Monte Croce Comelico, per Padola, passo Sant’Antonio, Auronzo di Cadore, Misurina, fino al Rifugio Auronzo dove avverà la  neutralizzazione dei tempi e sosta per il ristoro dei piloti presso lo stesso rifigio.

• Partenza dal Rifugio Auronzo in direzione nord con passaggio a Dobbiaco, poi verso il Passo Furcia lungo la Val Badia fino a Corvara in Badia, Arabba, Livinallongo, Selva di Cadore ed affrontando il passo Giau. Discesa verso Cortina d’Ampezzo e lungo la Val del Boite fino a Pieve di Cadore, Vigo di Cadore e salita fino a Sella di Razzo. Discesa in Val Pesarina fino ad Ovaro e rientro a Sappada con CO finale.

I Controlli Orario saranno segnalati da apposita cartellonistica mentre il percorso non sarà segnalato da frecce direzionali nemmeno nei punti di particolare difficoltà.I Controlli Timbro saranno garantiti da 30 minuti prima e fino a 30 minuti dopo al passaggio ideale del pilota, secondo i tempi riportati nella tabella di marcia.

13. CRONOMETRISTI

In ogni Controllo Orario i tempi verranno rilevati tramite fotocellule da cronometristi ufficiali della Federazione Nazionale Cronometristi. Non sarà concesso a nessun partecipante l’avvicinamento al tavolo dei cronometristi per nessun motivo, sarà messo a disposizione un cronometro per la sincronizzazione ufficiale dei cronometri dei partecipanti. 
E’ ammesso qualsiasi tipo di cronometro purché non sonoro e non sono ammesse sincronizzazioni tramite cavi.
14. DISPOSITIVI DI NAVIGAZIONE

E' consentito l'utilizzo di qualsiasi dispositivo elettronico (navigatori, GPS, cellulari, ecc …) lungo tutto il percorso, al fine di "assistere" i concorrenti nel raggiungimento delle mete stabilite (CT o CO).

15. CRONO SAPPADA –1^ Edizione - Venerdì 17 giugno

La “CRONO SAPPADA” è una manifestazione Vespistica complementare alla 500km delle DOLOMITI a carattere turistico con prove di abilità regolaristica su strade aperte al traffico su un percorso a media imposta, che si propone di porre in risalto l’abilità di guida, la resistenza del mezzo e la regolarità di marcia, su strade aperte al traffico, osservando le regole del C.d.S., che abbraccerà i luoghi particolari della zona di Sappada e dintorni .

La manifestazione prevede tappe di trasferimento e prove di abilità regolaristica con 3 controlli orari (CO) con rilevamento tempi al decimo di secondo, 3 controlli timbro (CT) ed 1 prova abilita (PS).

Controlli e prove di abilità saranno posizionati in aree chiuse al traffico.

Il percorso è in tappa unica con uno sviluppo complessivo di 70 km, molto significativo per gli aspetti storici, turistici e paesaggistici così previsto:

• Partenza in data 17/06/2016 da Sappada in direzione ovest verso il Cadore fino all’intersezione fra la S.R. 355 e strada di collegamento con la Val Visdende fino a Cima Canale e salita al Passo dello Zovo. Attraversamento degli abitati di Costalta e Costalissoio fino a Sega Digon e transitare per Candide, Dosoledo, Padola ed affrontando il Passo Sant’Antonio fino a Danta di Cadore. Da qui fino a Santo Stefano di Cadore, per poi transitare per Campolongo, Sappada e trasferimento per Cima Sappada e fino alle Sorgenti del Piave presso il rifugio omonino attraversando la Val Sesis.

Si richiamano gli articoli 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 13  e 14 come integranti al presente articolo.

16. VERIFICHE E BRIEFING

Le verifiche dei mezzi saranno effettuate venerdì 17 giugno 2016 dalle ore 8:00 alle ore 12:00 e dalle ore 20:00 alle ore 22:00.
Le Vespa dopo la verifica potrà entrare in parco chiuso e non sarà ammessa l’uscita dei veicoli senza l’autorizzazione del Direttore della Manifestazione.

Il Comitato organizzatore della manifestazione non è responsabile della verifica tecnica del veicolo e della sua conformità rispetto al C.d.S., può però decidere l’esclusione ai veicoli che possono in qualche modo compromettere la sicurezza dei partecipanti o terzi.
Si raccomanda pertanto la verifica personale del mezzo per avere la massima efficienza e funzionalità.
Alle ore 12:30 di venerdì 17 giugno 2016 con presenza obbligatoria per i partecipanti presenti si terrà il briefing e alle ore 21:00 per i rimanenti partecipanti non presenti al primo briefing.

E' obbligatoria l'esposizione sullo scudo della Vespa la fascia numerata consegnata con il materiale della manifestazione.

17. PENALITA’

Per la 500km delle DOLOMITI sono previste le seguenti penalità:

Controlli orari, per ogni centesimo di secondo di anticipo o ritardo:          1 punto

Controlli orari di media al secondo con scarto oltre ai +/- 5 secondi       10 punti

Piede a terra nel tratto No stop e cronometrato:                                   50 punti

Fermo motore nel tratto No stop e cronometrato:                                 100 punti

Uscita dal tracciato nel tratto No stop e cronometrato:                         100 punti

Mancanza tabella di marcia / Controllo Timbro:                            5.000 punti

Giubbetto fluorescente non indossato:                             500 punti

Mancata applicazione del numero:                                           500 punti

Mancato CO/CM:                                                                                  5.000 punti

Ritardo su CO/CM - ogni 5 minuti:                                                 500 punti

Mancata presentazione al CO/CM/CT:5.000 punti

Per la Crono Sappada sono previste le seguenti penalità come dal Regolamento del Campionato Nazionale Rievocazioni Storiche:

Le penalità ai Controlli Orari saranno calcolate al decimo di secondo, in ragione di 1 punto ogni decimo di errore (come nei Regolamenti Storici l’anticipo anche di un solo centesimo sarà considerato 1 punto di penalità).

A queste penalità si sommeranno le penalità accumulate nelle prove di abilità in ragione di 10 punti per ogni errore e 10 punti di penalità anche per eventuali piedi a terra nei tratti Non Stop.

Qualsiasi comportamento che possa generare pericolo per se o per altri, rilevato dall’organizzazione comporterà la squalifica non essendo giustificato dallo spirito “turistico” della presente manifestazione.

I concorrenti che arriveranno in ritardo ad un CO/CM rispetto al tempo assegnato, dovranno recarsi dal Direttore di Prova per farsi apporre il timbro di passaggio e quindi potranno ripartire per la tappa successiva senza effettuare il CO/CM ma con una Penalità di 5.000 punti.

I concorrenti che per cause imputabili all'organizzazione (mancato funzionamento fotocellula, ostacoli sul tracciato del CO ecc.) non potranno effettuare i CO dovranno recarsi dal Direttore di Prova per l'annotazione sulla Tabella di Marcia della motivazione e potranno recuperare i CO non eseguiti, all'arrivo a fine della manifestazione con nuovi tempi assegnati dai cronometristi.

Si fa presente che l'assenza della motivazione scritta dal Direttore di Prova sulla Tabella di Marcia non darà possibilità di recupero CO all'arrivo ma verrà interpretata come mancata presentazione al CO con conseguente assegnazione di 5.000 punti di penalità.

Non sono ammessi passaggi in anticipo rispetto al tempo assegnato sui CO e sui CM.

18. CLASSIFICHE

La classifica finale della 500km delle DOLOMITI sarà redatta nel seguente modo:

Il vincitore sarà chi totalizzerà il minor numero di penalità nelle prove di abilità, comprese quelle di percorso;

Ai fini della classifica saranno considerati i tempi rilevati nei CO/CM, senza scarto;

In caso di concorrenti ex-equo si valuterà chi ha ottenuto il minor numero di penalità all’ultimo e se persiste parità si valuteranno le penalità del  precedente

CO e così via fino al 1° CO, poi varrà il mezzo più datato, indi l’età del partecipante più anziano e come ultima ratio il sorteggio da parte del Direttore della

Manifestazione;

La classifica finale della Crono Sappada sarà redatta nel seguente modo come da Regolamento Nazionale Rievocazioni Storiche:

Sono previste classifiche separate per le categorie Storico, GS, Vintage, Expert e Squadre.

Nel caso di pari merito nelle categorie individuali sarà favorita la maggiore età della Vespa ed eventualmente anche quella del conduttore.

Per la classifica a Squadre saranno considerate le penalità acquisite dai migliori tre piloti per ogni Vespa Club iscritto, considerando al massimo un pilota nella categoria Expert, la somma totale delle penalità darà la classifica finale.

Squadre composte da due o più Expert saranno classificate di seguito alle altre, anche se con punteggio inferiore.

Nel caso di pari merito nella classifica a Squadre, sarà favorita la squadra con la Vespa più anziana, nel caso di ulteriore parità, la squadra con il conduttore più anziano.

Ai fini del Campionato saranno assegnati, per i piloti e per le squadre, i punteggi come segue: 1°= 25, 2°= 20, 3°= 16, 4°= 13, 5°= 11, 6°= 10, 7°= 9, 8°= 8, 9°= 7, 10°= 6, 11°= 5, 12°= 4, 13°= 3, 14°= 2, 15°=1.

Inoltre sarà assegnato 1 punto dal 16° in poi anche per eventuali squalificati.

19. PREMIAZIONI

Per la 500km delle DOLOMITI:

i primi tre classificati del gruppo “A” e

i primi tre classificati del gruppo “B”

Brevetto "AUDAX" nominale a tutti i partecipanti che termineranno la manifestazione.

Per la Crono Sappada saranno premiati i primi tre classificati di ogni categoria.

20. CAMPIONATO DI APPARTENENZA

Per il campionato di appartenenza delle singole manifestazioni verrà stilata una classifica fornita alla Direzione Sportiva del V.C. ITALIA dove saranno esclusi i concorrenti non iscritti al Vespa Club d’Italia.

21. ISCRIZIONI

La quota di partecipazione alla “500km delle DOLOMITI” e alla “Crono Sappada” è fissata in Euro 220,00 e comprende:

- documentazione con carta geografica del tracciato;

- tabella di marcia;

- road book in formato digitale scaricabile dal sito web;

- applicazione per smatphone con cronometro;

- fascia scudo con numero di partecipazione;

- mini kit di pronto scoccorso;

- gadget vari;

- placca metallica nominativa;

- ristoro al C.O. Del Rifugio Auronzo;

- pranzo di gala il 19 giugno 2016;

- locandina ufficiale;

- servizio carro scopa.

La quota di partecipazione per solo la “Crono Sappada” è fissata in Euro 55,00 e comprende:

- documentazione con carta geografica del tracciato;

- tabella di marcia;

- applicazione per smatphone con cronometro;

- fascia scudo con numero di partecipazione;

- mini kit di pronto scoccorso;

- servizio carro scopa.

Non saranno accettate iscrizioni individuali il giorno della manifestazione.

22. DIRITTI PUBBLICITARI E DI IMMAGINE

Il partecipante con l’iscrizione consente all’Organizzazione di disporre del diritto di utilizzazione del proprio nome e della propria immagine individuale relativa alla manifestazione, così come il diritto sull’utilizzo delle immagini della manifestazione stessa.

Il partecipante, acquisite le informazioni fornite dal titolare del trattamento dei dati ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs 196/2003, presta il suo consenso al trattamento dei dati sensibili necessari per lo svolgimento della manifestazione.

23. RECLAMI

I reclami dovranno essere presentati al Direttore della Manifestazione previo pagamento di euro 100,00 e restituiti in caso di accettazione.

Scaduti i trenta minuti dalla pubblicazione delle classifiche si intenderanno accettate le stesse e tutto lo svolgimento della manifestazione.

24. RECESSO
Qualsiasi azione di recesso presentata entro il giorno lunedì 30 giugno 2014, sarà valutata dal Comitato Organizzatore e accettata solo nel caso di sostituzione di partecipante.
In ogni caso non è previsto il rimborso della quota pagata per l’iscrizione.

25. APERTURA ISCRIZIONI
Le iscrizioni si apriranno il giorno 4 gennaio 2016 alle ore 9:00 e verranno chiuse il giorno al raggiungimento dei 200 partecipanti.
Eventuali iscrizioni arrivate dopo la chiusura delle stesse saranno restituite.
Sul sito www.500kmdelledolomiti.it verranno fornite tutte le indicazioni necessarie e le modalità per potersi iscrivere alla manifestazione.
Non ci saranno altri modi per potersi iscrivere.

26. NOTE FINALI

L’organizzazione si riserva il diritto di apportare modifiche al presente regolamento, pubblicando sul sito www.500kmdelledolomiti.it la versione aggiornata con le eventuali variazioni.

Con l’iscrizione si intende accettato in toto tutto il presente regolamento composto dagli articoli dal n. 1 al n. 25.